Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti: cliccando OK, proseguendo nella navigazione o interagendo con la pagina acconsenti all'utilizzo dei cookie. Informativa

Italian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Czech Danish Dutch English French German Greek Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Turkish Ukrainian

Caseificio Passalacqua

Salute. Modificato Dna di embrioni umani per prevenire una malattia cardiaca ereditaria

Studio pubblicato su Nature sulla correzione della mutazione genetica all'origine di una malattia cardiaca ereditaria grazie alle 'forbici genetiche'. Stiamo procedendo verso esseri umani geneticamente modificati?

Che ci piaccia o no, che ci faccia sentire più o meno al sicuro, già si parla di esseri umani geneticamente modificati.
Il merito, perché in questo caso solo merito si può definire, è di un team di ricercatori e scienziati americani che ha ottenuto su embrioni umani, con la tecnica di editing genetico Crispr-Cas9, l'eccezionale correzione su una mutazione genetica all'origine di una malattia cardiaca ereditaria.
Lo studio americano, descritto su 'Nature', che riguarda i primi embrioni umani geneticamente modificati negli Stati Uniti, segue il primo tentativo in assoluto di questo tipo, effettuato due anni fa in Cina.
I risultati dello studio "aumentano la comprensione della sicurezza e dell'efficacia dell'editing del Dna delle cellule germinali umane", spiegano i ricercatori del gruppo di Shoukhrat Mitalipov dell'Oregon Health & Science University di Portland.
Delicato come ambito, non privo certo di allarmi e remore, ma indubbiamente esplorativo.
I precedenti tre studi sulla modifica degli embrioni umani erano stati pubblicati tutti da scienziati cinesi. Mitalipov, con un approccio differente ha aperto nuove strade dimostrando che è possibile correggere in modo sicuro ed efficace i geni difettosi che causano malattie ereditarie.
Sono stati identificati più di 10.000 disturbi ereditari controllati da un unico gene, inclusa la cardiomiopatia ipertrofica, una malattia del muscolo cardiaco che colpisce circa una persona su 500 e può causare morte improvvisa e insufficienza cardiaca. Attualmente, per evitare che le mutazioni dannose siano trasmesse alla prole, il genere umano ha a disposizione la fecondazione assistita e la diagnosi genetica preimpianto, che permette di selezionare embrioni senza la mutazione nociva per il trasferimento in utero.
I risultati degli studi recenti hanno dimostrato come le 'forbici genetiche' sul Dna potrebbero essere usate per correggere le mutazioni negli embrioni, aumentando così il numero di quelli disponibili per il trasferimento.
Con il fine di valutarne la sicurezza e l'efficacia, Shoukhrat Mitalipov e i suoi colleghi si sono concentrati sulla mutazione Mybpc3 e la cardiomiopatia ipertrofica.
A differenza dello studio cinese, lo studio di Mitalipov e colleghi si è dimostrato efficace e molto preciso, fornendo qualche garanzia anche rispetto alle preoccupazioni sulla sicurezza di questa tecnica.
Sono le premesse per un essere umano su misura?

 
Le Rubriche di Radiopal

Seguici su Facebook

 

Seguici su Twitter

Scarica l'app

Entellano

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter!
Privacy e Termini di Utilizzo

 

RADIOPAL